img

Lamborghini Urus ST-X Concept, il Suv per correre in pista

Il primo Super Suv da corsa nella storia di Lamborghini: c’è scritto questo sul bigliettino da visita della Urus ST-X Concept, prototipo svelato da Lamborghini Squadra Corse durante le World Finals 2018, tenutesi lo scorso weekend presso l’autodromo romano di Vallelunga. Si tratta di un veicolo decisamente insolito, concepito per affrontare un inedito campionato monomarca capace di unire pista e sterrato. 

CAIBAL

Come spiega una nota ufficiale del costruttore, questa serie di gare “debutterà nel 2020 in Europa e Medio Oriente su circuiti omologati Fia e preparati appositamente, con una formula “arrive and drive”, per offrire ai piloti-clienti un pacchetto completo comprensivo di auto e supporto tecnico durante i weekend in pista”. Rollcage in acciaio, impianto di estinzione e serbatoio specifico sono solo alcune delle dotazioni di questa Urus racing, ridefinita nella meccanica e dotata di tutti gli elementi di sicurezza omologati Fia. 

Esteticamente la ST-X Concept si distingue per la livrea verde Mantis matt e per il cofano in fibra di carbonio a vista: presenta prese d’aria maggiorate per ottimizzare il raffreddamento del motore V8 biturbo, capace di sviluppare 650 CV di potenza e ben 850 Nm di coppia motrice. Fanno parte delle migliorie tecniche pure l’ala aerodinamica posteriore, gli scarichi laterali dall’inedito design esagonale e cerchi monodado in lega d’alluminio da 21”, foderati con pneumatici Pirelli. 

CAIBAL

Inoltre, Lambo assicura che lo sviluppo di questa versione da competizione ha portato a una riduzione del peso del 25% rispetto al modello stradale (quindi, da 2,2 a 1,65 tonnellate): “La massa contenuta, unita all’assetto rialzato e all’irrigidimento torsionale grazie al rollcage integrato nel telaio, contribuiscono a rendere Urus ST-X Concept una vettura da competizione su fondi stradali e fuoristrada senza compromessi che debutterà in pista durante le Lamborghini World Finals 2019”. 


 Possiamo aiutarti?